La dieta funziona meglio con la bioimpedenziometria e la calorimetria

Vi siete affidati a tante diete senza raggiungere mai l’obiettivo che vi eravate posti? Siete riusciti a perdere qualche chilo ma poi li avete recuperati tutti, redendo vani i sacrifici? L’impedenziometria e la calorimetria sono gli esami che possono aiutarvi a rendere finalmente efficace la vostra dieta. Scopriamo di che cosa si tratta con il dottor Valerio Barbieri, referente del Centro di disturbi alimentari del Policlinico San Pietro e dietologo a Smart Clinic Oriocenter (035.0692159) e Cantù2000 (031.5481223)

Dottor Barbieri, che cos’è l’esame impedenziometrico?

È un esame che permette di calcolare la massa grassa, magra e la quantità d’acqua. Questi dati forniscono un quadro più preciso del paziente, che a parità di peso può rispondere in modo diverso agli stimoli, sia interni (salute e malattia) sia esterni (dieta, attività fisica, farmaci etc).

Come funziona?

È simile a un elettrocardiografo: i valori si registrano applicando due elettrodi su mano e due su piede.  In pochi secondi la macchina misura e verifica se i dati rientrano nella normalità per sesso, età, altezza e peso. Sulla base dei risultati, il medico potrà studiare una dieta ad hoc, tenendo presenti le reali caratteristiche fisiche e metaboliche del paziente.

Passiamo ora alla calorimetria, cosa misura?

La calorimetria indiretta (CI) è l’esame che permette di calcolare il metabolismo basale, ovvero il consumo energetico nelle condizioni di massimo riposo. Nello specifico misura l’ossigeno consumato e l’anidride carbonica rilasciata. Questo indicatore è importante perché è una parte integrante del valore che indica il consumo energetico totale della giornata (insieme all’energia consumata con l’attività visita e quella per l’attivazione del metabolismo dopo i pasti). Serve al medico per indicare il regime alimentare migliore e monitorare l’andamento dietetico.

Come si svolge?

Il paziente respira per alcuni minuti nel casco di cui la macchina è dotata, che rileva il contenuto dell’aria inspirata ed espirata. Il risultato finale sarà un numero intero di calorie che indica quanta energia serve all’organismo per sostenere il proprio metabolismo basale.

X